Johnnie Walker Blue Label e il nuovo corto con Jude Law

Metti un ottimo Blended Scotch Whisky, Johnnie Walker Blue Label, con due attori da Oscar, Jude Law e Giancarlo Giannini insieme alla superstar del cinema cinese Zhao Wei e alle leggende della Formula 1, Mika Häkkinen e Jenson Button. Risultato? Il secondo episodio della saga The Gentleman’s Wager prodotto dal brand di whisky.

The Gentleman’s Wager II, diretta dal regista inglese Jake Scott della Ridley Scott Associates, è ambientato nell’itinerario che porta da Roma a Monaco (Francia), un viaggio percorso da Jude Law a bordo della Delahaye 135S, una lussuosissima auto d’epoca appartenente alla dinastia Walker fin dagli anni ’30. Durante la corsa, intrapresa per vincere una scommessa con l’amico Giancarlo, Law dimostra come ricambiando la gentilezza delle persone che incontra riesce a superare gli ostacoli e gli imprevisti del viaggio, arrivando alla meta in tempo per aggiudicarsi la Delahaye.

Nel corto meravigliose scenografie: la prima scena si apre nella casa di Giancarlo Giannini, una meravigliosa dimora d’epoca con pareti affrescate e il giardino all’italiana; si passa poi agli armonici paesaggi della campagna toscana in cui Law incontra l’affascinante Zhao Wei, bloccata per un guasto alla sua auto; infine, le verdi colline francesi, che il protagonista attraversa prima di arrivare a Monaco, dove la bella Zhao si sdebiterà facendolo arrivare in tempo al traguardo.

L’atmosfera è tutta anni ’50: avete presente quelle romantiche scene dei film in cui si vede una coppia sfrecciare su un’auto d’epoca, lei con foulard in testa e lui bello e impossibile? Per Johnnie Walker lei è Zhao Wei, semplice e sofisticata avvolta in una morbida camicia e ampi pantaloni, mentre lui è il sex symbol Jude Law, che indossa tuta da pilota azzurra e casco d’epoca.

Volete guidare anche voi verso ambientazioni mitiche? Eccolo qua:

https://youtu.be/kzME9i03PpI

Jude Law Giancarlo Giannini e Zhao Wei

Francesca Cesani

Sin da bambina l’affascinano popoli e culture, tradizioni e lingue, ambienti e arredamenti. La sua mente spesso si perde a ragionare in lingue diverse perché, secondo Francesca, dal modo di comporre i pensieri si conosce il vero essere. Milanese di nascita, attaccata alle origini napoletane e toscane, si lancia in quest’avventura per incentivarvi a viaggiare, a fare nuove esperienze e a scegliere con cura gli oggetti che abbelliranno la vostra casa.

No Comments Yet

Comments are closed

 


John Fitzgerald Kennedy

Ispirazioni: il futuro per Abraham Lincoln

Calvin Klein, Eternity Moment