My Passport, l’hard disk che salva le pagine della nostra vita

wd backup my passport

I ricordi non possono più essere custoditi solo nei cassetti della memoria. Nemmeno sulle librerie. La nostra vita, ci piaccia o meno, salva i suoi capitoli su pc, smartphone e tablet. Conto migliaia di foto, mail, video e articoli nel mio Mac. Ma se fossi derubata o così sfigata da perdere improvvisamente tutto? Può succedere qualsiasi cosa: malfunzionamenti hardware o di sistema, errore umano (un caffè versato), software corrotto, virus informatici, catastrofi naturali (incendio). Da qui la backupmania. Quattro piccoli “scrigni” si nascono in casa mia, quattro semplici ma preziosissimi oggetti che contengono tutto. Tutto del mio lavoro, dei miei progetti, della mia esperienza universitaria, dei miei ricordi.

Come si assicurano le case e le automobili, io assicuro le memorie digitali con My Passport Ultra e My Passport For Mac di WD, caratterizzati da un design profondamente rinnovato. Giunti alla loro settima generazione, gli hard disk portatili sono disponibili in quattro colori con capacità fino a 3 TB. WD ha presentato un nuovo accessorio, i Grip Pack, che protegge esternamente la cassa del disco.

Questa generazione di dischi My Passport offre una soluzione automatica di backup, crittografia hardware per la massima sicurezza e capacità ancor superiori rispetto al passato. Se il My Passport Ultra dovesse finire nelle mani sbagliate, la crittografia hardware 256-bit AES protegge file, cartelle, foto, video e musica grazie a una password impostata dall’utente (wdstore.com).

“Consigliamo 2 backup fisici su 2 HD differenti e possibilmente in 2 luoghi differenti. La semplicità d’uso è davvero uno dei cavalli di battaglia di WD. Il nostro obiettivo è avvicinare sempre più la tecnologia degli Hard Disk all’utilizzo comune così da rompere ogni eventuale barriera dei consumatori pochi esperti, diffidenti o pigri – sottolinea Luca Marazzi, country manager Italy, Israele, Grecia, Cipro, Malta – Content Solution Business di WD -. Infine, per maggiore sicurezza, sarebbe meglio fare un backup dei dati più rilevanti e usati anche su Cloud”.

Confermo la facilità d’utilizzo. Ho collegato il dispositivo al computer, l’ho selezionato come disco di backup e via con il salvataggio. Nulla da installare. D’altronde “WD ha circa il 45% di quota di mercato sia a livello italiano che a livello mondiale. Quasi 1 HD su 2 venduti nel mondo è un prodotto WD” precisa Marazzi.

5 consigli su come fare un corretto  backup

1. Non aspettare che sia troppo tardi, gli hard disk esterni sono uno strumento eccezionale per eseguire il backup dei file a livello locale.

2. Utilizza un software di backup automatico come WD SmartWare. Un programma di backup semplice crea una copia di backup in maniera affidabile e automatica e mantiene log e notifiche in caso di qualsiasi problema.

3. Tieni più copie in posti differenti: un backup del backup del backup…

4. Crea il tuo personal cloud con le soluzioni come WD My Cloud connesso alla rete domestica per archiviare contenuti da remoto dal tuo dispositivo Apple o Android.

5. Fai un test del tuo piano di backup! Il tuo software di backup manterrà il log di qualsiasi problema riscontrato salvando i tuoi file, garantendo di non perdere nulla… potrebbe trattarsi proprio di quel video o di quella foto particolare che non potrai mai scattare di nuovo.

Margherita Tizzi

In questi ultimi anni all’arrembaggio l’amore di Margherita per il giornalismo embedded è cresciuto e maturato. Resta il suo sogno – accanto a quello (nel cassetto) di diventare una maestra di sci e di trasformare l’Italia in un paese consapevole dei tesori che conserva. E’ il babbo pittore, infatti, che le ha trasmesso l’amore incondizionato per l’arte e il design...

No Comments Yet

Comments are closed

 


John Fitzgerald Kennedy

Ispirazioni: il futuro per Abraham Lincoln

Calvin Klein, Eternity Moment