The Real America: on the road tra Wyoming, Montana e South Dakota (Parte 1)

E’ l’America più autentica. Quella delle strade e delle praterie che corrono oltre l’orizzonte. Quella dei cieli sconfinati e dei parchi inviolati. Quella dei cowboy che galoppano, indossando uno Stetson, tra le distese di artemisia del Wyoming o del Montana. L’esperienza è totalizzante. In questi due stati si ritrovano le bellezze naturali mozzafiato che accolsero i primi abitanti del West: i parchi nazionali di Yellowstone e del Gran Teton, le pianure sferzate dal vento, le cime maestose, i fiumi e i torrenti dalle acque cristalline. Un paesaggio diverso si scopre nell’incontaminato e selvaggio South Dakota di Mount Rushmore National Memorial e dei 200mila chilometri quadrati di vaste praterie che ospitano la vera proprietà degli Ingalls della famosa serie La casa nella prateria. Nel 2016 il National Park Service compirà cent’anni e si appresta a celebrare l’evento. Il prossimo anno sarà, dunque, il momento migliore per partire su quattro ruote (o due, perché no?!) alla volta delle meraviglie di questo incredibile paese.

Denver, la porta d’accesso

Denver, ai piedi delle maestose Montagne Rocciose, è la porta d’accesso agli stati del West e ne riflette lo spirito con i suoi 200 parchi e i 1300 chilometri di piste ciclabili e pedonali. Fondata nel 1858 dai cercatori d’oro – non a caso la cupola dello State Capitol è letteralmente coperta di foglie d’oro 24 carati della fabbrica fiorentina Giusto Manetti Battiloro -, la capitale del Colorado è situata ad un’altitudine di un miglio sul livello del mare, motivo per cui è soprannominata The Mile High City. Da visitare il Denver Art Museum all’interno dell’edificio in titanio progettato da Daniel Liebeskind e il vicino History Colorado Center per tornare indietro nel tempo e conoscere la storia di questo territorio. Arte e storia, in realtà, si trovano anche per strada, tra i murales, le sculture e gli altri tipi di arte pubblica urbana finanziata dal Public Art Program, che dal 1998 investe l’1% dei maggiori progetti edili in arte e design. A LoDo, il quartiere con edifici vittoriani e vecchi magazzini di mattone trasformati in lofts e ottimi ristoranti, d’obbligo l’aperitivo nello speakeasy Green Russell, il bar ben nascosto sottoterra durante il periodo del proibizionismo.

A questo punto, prima di raggiungere Jackson via Laramie, rimangono due soste. La prima al Rockmount Ranch Wear, al 1626 di Wazee Street, dove si possono acquistare i cappelli, le fibbie per cinture, gli stivali e le camicie con i bottoncini automatici da vero cowboy, le stesse indossate da Bruce Springsteen, Bob Dylan e dagli attori di Brokeback Mountain. La seconda al Red Rocks Amphitheatre, a 20 minuti da Denver, un anfiteatro naturale con acustica perfetta e 9000 posti a sedere dove hanno suonato, tra gli altri, i Beatles, gli U2 e Andrea Bocelli.

Il giardino degli americani

Lasciamoci alle spalle il Colorado ed entriamo in Wyoming, lo Stato meno popolato degli Stati Uniti, per assaporare il grande giardino degli americani illuminato da vasti cieli di un blu incredibile. L’elegante Jackson Hole è un vero paradiso per alpinisti e sciatori, luogo ideale per partire alla scoperta dei freschi laghi alpini, delle foreste profumate e dei 64 chilometri della catena montuosa del magnifico Gran Teton National Park, ingresso meridionale a Yellowstone, il primo parco nazionale americano adagiato su un super vulcano che erutta ogni 640mila anni. Non bastano due giorni per esplorare i 9mila chilometri quadrati di montagne, laghi, fiumi, canyon e cascate e gli oltre 10mila siti termali tra cui il geyser Old Faithful, che circa ogni 110 minuti emette un getto d’acqua fino a 60 metri di altezza. Non basterà mai il tempo per starsene a osservare grandi bisonti e irsuti orsi grizzly, per dedicarsi al rafting, alla pesca a mosca o alle escursioni organizzate dai ranger. E non vorrete mai andarvene se deciderete di passare qualche giorno in uno dei numerosi ranch del vicino Montana che offrono un perfetto antidoto allo stress. Il luogo ideale per sentirsi un vero cowboy maneggiando una fune e cavalcando nell’ “erba al confine del mondo”, rubando le parole alla scrittrice Annie Proulx.

Continua…

Dove Dormire

The Art Hotel, 1201 Broadway, Denver, CO 80203.

The Wort Hotel, 50 North Glenwood St, Jackson, WY 83001. In alternativa Hatchet Resort, 19980 E Hwy 287 Moran, WY 83013.

Parade Rest Guest Ranch, 1279 Grayling Creek Road, West Yellowstone, Montana 59758.

 

Testo e foto di Margherita Tizzi e Fabio Colombo

Il reportage completo su Yellowstone e i grandi parchi del nord è uscito su Style Il Giornale (novembre 2015)

Margherita Tizzi

In questi ultimi anni all’arrembaggio l’amore di Margherita per il giornalismo embedded è cresciuto e maturato. Resta il suo sogno – accanto a quello (nel cassetto) di diventare una maestra di sci e di trasformare l’Italia in un paese consapevole dei tesori che conserva. E’ il babbo pittore, infatti, che le ha trasmesso l’amore incondizionato per l’arte e il design...

No Comments Yet

Comments are closed

 


John Fitzgerald Kennedy

Ispirazioni: il futuro per Abraham Lincoln

Calvin Klein, Eternity Moment